Episodio 8, quarta serie: PROFUMO DI CEDRO

Rieccoci per il nostro consueto appuntamento del giovedì!

Purtroppo siamo giunti all’ottavo ed ultimo episodio della quarta edizione e sono certo che mi mancherete molto. Siete stati molto presenti nell’apprezzare, commentare o, qualche volta, criticare costruttivamente ogni episodio e per questo vi ringrazio moltissimo!

Spero di avervi fornito tanti suggerimenti utili per rinnovare e rinfrescare le vostre case…

Per chi si fosse perso la puntata di ieri ecco qua un piccolo riassunto con i punti salienti del progetto di via Bronzetti, partendo dall’inizio: Chi è la committente?

Questa è stata la volta di Floriana, una cara amica che mi ha chiesto di aiutarla nell’individuare una soluzione abitativa ben collegata al centro di Milano per sé e per il figlio adolescente (che sta terminando gli studi). Le esigenze primarie sono quelle di avere una cucina a vista che le permetta di mettere in atto le sue ottime abilità da cuoca, un secondo bagno che funga da lavanderia ed una cabina armadio.

Fil rouge della ristrutturazione? L’utilizzo di elementi naturali, dal legno alla pietra, ed essendo io stesso un amante ed un green-addicted non potevo che essere felice di perseguire la strada che Floriana mi ha indicato!

Essendo una nuova costruzione, sono partito da un open space per ritagliare gli spazi su misura delle esigenze della cliente. Pur non avendo una metratura troppo ampia sono riuscito, centimetro per centimetro, a dare all’appartamento tutti gli spazi utili e richiesti, senza sprecare  nemmeno un metro quadro.

Per rendere la veduta esterna il più naturale possibile ho utilizzato un affresco digitale che raffigura un bosco (Demart) a copertura di quel brutto muro grigio e, sempre per rimanere sul tema “involucro”, una delle prime cose che ho scelto sono le porte e le finestre.

Per le prime mi sono, come spesso accade, indirizzato su di un modello a filo parete (Agoprofil) arricchite dalla mia bella maniglia Fedra (Colombo Design), mentre per gli infissi esterni abbiamo scelto di installare dei serramenti modello Energeto in pvc ad alte prestazioni della Diquigiovanni, finiti  esternamente con un cappottino in alluminio effetto corten e come finitura interna un bianco in massa. All’interno dei vetri, per garantire la privacy e un miglioramento dell’irraggiamento solare, ho fatto predisporre delle veneziane integrate ed elettrificate in alluminio … comodissime e belle da vedere!

Delimitati gli spazi sono passato alla definizione di quello che io chiamo Mood, ovvero l’anima del progetto. Dovevo capire quali materiali utilizzare affinchè, aprendo la porta, ci si sentisse avvolti da una sensazione di naturalezza, e il primo pensiero è stato quello del profumo del legno… Ho chiesto agli amici di Arbolgallery, per quanto riguarda i pavimenti, di seguirmi e di aiutarmi a scegliere un parquet che maggiormente si avvicinasse ai toni della pietra decorata con bellissimi basso rilievi (Petra Antiqua) utilizzata per rivestire la quinta al centro del soggiorno e che separasse la zona soggiorno dalla cucina. Abbiamo optato alla fine per un rovere, enfatizzando al massimo la fiamma della plancia affinchè si avvicinasse  alla pietra scelta. Molto bene! Dopo aver passato in rassegna tutti i rivestimenti, ci siamo dedicati alla scelta degli arredi!

Profumi, sapori e materiali naturali ci hanno portato a Cantù da Riva1920: con loro abbiamo deciso di studiare l’arredamento completo a partire dalla cucina, che abbiamo deciso di fare in rovere tinto grigio, per imitare la finitura del parquet, e di arricchire ed alleggerire grazie agli inserti di lamiera e pietra bianca, quest’ultima utilizzata per il top. Per gli elettrodomestici abbiamo optato per delle soluzioni sempre a richiamo del bianco… elemento assolutamente distintivo? La cappa telescopica (Fulgor Milano)!

Per la cabina armadio non potevo aver dubbi: cedro, cedro, e ancora cedro, che con le sue proprietà antitarmiche e il suo profumo avrebbe dato quel tocco in più a quello che, per una donna, rimane uno degli ambienti più cari della casa. Per finire ho completato l’arredamento con elementi che si richiamassero uno con l’altro, sempre con finitura rovere tinto e inserti bianchi, sia per il soggiorno che per la camera da letto. E il divano?? Vi è piaciuto? Io, appena ho toccato la pelle con il quale lo abbiamo rivestito, mi sono innamorato…

Cosa manca? I bagni! Floriana mi aveva richiesto uno spazio lavanderia che fungesse anche da bagno di cortesia. L’ho accontentata con una zona di ricovero per lavatrice ed asciugatrice, un lavabo ed una specchiera di design dalle linee morbide, un vaso a doppia funzione vaso-bidet progettato da Matteo Thun per Geberitche la bravissima Sara mi ha presentato in showroom (Saidel Group) e degli scalda salviette elettrici di design da attivare secondo le necessità per scaldare biancheria ed ambiente (Deltacalor). Una soluzione ottimale per chi ha poco spazio a disposizione! Per l’altro bagno, quello padronale, ho lasciato spazio a tutta la mia creatività! Grazie a Chiara, una mia collaboratrice, sono entrato a contatto della realtà di Rexa Design, i maghi delle soluzioni bagno di design. Sono andato a trovarli al Salone del Mobile e al Fuori Salone. Mi hanno presentato una soluzione interessantissima per assecondare le richieste della mia cliente, una un sistema due in uno: vasca e doccia, sempre protetti da un cristallo di vetro trasparente (Vismara Vetro) convivono insieme e permettono a chiunque mediante delle doghe asportabili di trasformare il prodotto. A questo punto, a completamento di un bagno così elegante non potevo che scegliere Dornbracht con la sua storica serie Tara nella versione total white.

Per aggiungere l’ultimo tocco di personalità mancava ancora qualcosina, per cui, con Alice, abbiamo scelto dei rivestimenti murali particolarissimi di Elitis, in abbinato alla biancheria da letto sempre forniti da loro.

A proposito di letto… Floriana mi ha chiesto di non trascurare la qualità del suo dormire, per cui ho deciso di studiare un prodotto ad hoc con relativo materasso di qualità, che mi sono fatto produrre da Elitebeds, un’azienda francese leader del settore.

Ultimo ma non ultimo lo studio delle luci, che in una casa posizionata ad un piano basso come questa è I-M-P-O-R-T-A-N-T-I-S-S-I-M-O.

Mi sono affidato alla professionalità di Buzzi & Buzzi (al quale ho a suo tempo affidato anche la progettazione illuminotecnica del mio nuovo studio) per prevedere dei faretti ad incasso in tutta la casa e delle appliques a parete che si potessero confondere con le pareti.

Per le luci decorative, ovvero quelle sopra al tavolo da pranzo e della camera da letto, ho scelto la particolarità dei prodotti Pentalight.

Luci: fatte! Mi rimangono l’oggettistica e le suppellettili varie che avete potuto vedere posizionate sui ripiani in cucina e in camera. Mi hanno aiutato Seletti ed Alessi, imbattibili. Floriana ha molto apprezzato… 

Arrivati alla fine, ho consegnato a Floriana l’appartamento insieme alla sorpresa che ho riservato per lei… gli sgabelli DADONE che ho realizzato per Riva1920!

Ristrutturazione impegnativa ma assolutamente ben riuscita, grazie al supporto delle aziende che mi hanno seguito in questo progetto!

A questo punto non mi resta che lasciarvi i ringraziamenti e i credits qui sotto.. siamo arrivati alla fine di questa edizione, ma sarò con voi con le repliche e con tantissimi nuovi progetti!

Grazie a tutti per l’affetto,

STAY TUNED!

Andrea

 

 

 

 

Ecco i credits e i ringraziamenti:

Credits: Riva1920 (arredi su misura e cucina) – Elitebeds (letto) – Petra Antiqua (rivestimenti) – Arbol Gallery (pavimenti) – Rexa Design (sanitari e accessori) - Deltacalor (termoarredo) – Dornbracht (rubinetteria) – Geberit (vaso bidet) – Vismara Vetro (chiusura doccia) – Diquigiovanni (infissi) – Agoprofil (porte) – Colombo Design (maniglie) – Buzzi & Buzzi (illuminazione) – Pentalight (lampade) – Fulgor Milano (elettrodomestici) – Demart (affresco digitale) – Elitis (tessuti) – Seletti (oggettistica) – Alessi(accessori) – Marta Mancini (quadro living) – Galleria Marco Rossi (quadri) – GT Design (tappeto) – Saidel Group (rivenditore arredo bagno) – Sg Decor (posa carta da parati)

Thanks to: The Munchies Movies Production (produzione audio e video) – Matteo Buffa (impresa edile) Diego Scarsi (direzione lavori) – Mondadori – Martino Midali (guardaroba delle ragazze)

Share
Pubblicato in Senza categoria | 31 commenti

Episodio 7, quarta serie: IL MARE DENTRO CASA

Buon giovedì a tutti!

La puntata di ieri sera mi ha proprio ricaricato, pieno di energie per affrontare la settimana che verrà! Mercoledì prossimo andrà in onda l’ultimo episodio..però non temete, stiamo già lavorando ai primi episodi della quinta edizione!

Eccovi per punti un piccolo identikit della puntata e di come si è svolta la ristrutturazione..

Franca, una mia cara amica mi ha chiesto di ristrutturare la sua casa che si è liberata dopo un lungo periodo di affitto. Necessitava di stravolgere gli spazi per renderla più confortevole per sé ( in quanto da casa di villeggiatura sarebbe diventata la sua vera casa) e per il figlio che di tanto in tanto andrà a trovarla. Inoltre, in previsione di un futuro allargamento della famiglia e di eventuali nipotini, mi ha pregato di prevedere molti posti letto. Gli infissi erano perfetti e quindi da mantenere inalterati, tuttavia dovevo occuparmi della sostituzione di porte, bagni, impianti di condizionamento e del pezzo forte della casa: il super TERRAZZO!

Ma partiamo dal sopralluogo: Franca mi aveva anticipato di aver ripreso possesso di una casa meravigliosa con affaccio diretto sulla baia di Laigueglia, uno splendido borgo ligure. Non pensavo in realtà che il panorama fosse così affascinante! Con Alice ed Emmanuel mi sono organizzato per rilevare tutta la casa e il terrazzo.

Rientrati nella mia Milano, abbiamo dato il via subito alla progettazione. Vista la location di mare e la personalità di Franca ho deciso di proporle uno stile particolare che ben si adatta a queste caratteristiche: il vintage / shabby Chic, modulato su colori neutri e marittimi come il turchese, l’azzurro, il bianco e il corda. Abbiamo previsto di sostituire le vecchie porte con delle nuove pantografate bianche dalle linee morbide consigliatemi durante la visita in showroom da Maria Grazia (Agoprofil) e il nuovo impianto di condizionamento in tutta casa con dei nuovi performantissimi split (Mitsubishi Electric).

Dopo aver deciso gli ultimi aspetti con Alice, ho invitato Franca in studio. Ero particolarmente emozionato in quanto ho inaugurato con lei il mio nuovo tavolo interattivo, un supporto assolutamente indispensabile per noi interior designer, un’idea molto accattivante messa a punto dagli amici di CloudProject. ..Franca mi ha lasciato carta bianca su tutto e avanti tutta!

Dopo essere stato a Laigueglia per effettuare tutte le verifiche del caso ho continuato con le scelte di pavimenti, rivestimenti per i bagni e l’intera casa. Per il pavimento, su richiesta di Franca, ho fatto posare a Ceruti un pavimentoin pvc effetto legno di Gerflor (anche se amante del legno mi sono dovuto ricredere sulla resa del materiale). In questo progetto ho dato particolare attenzione ai bagni e alla zona lavanderia. A proposito di rivestimenti mi sono affidato completamente a Mosaico+, il loro prodotto mi ha catturato! Un mosaico tridimensionale che riprende dei pattern tessili: trama a Principe di Galles per la camera padronale e  tinta unita per gli altri bagni della casa, quest’ultima utilizzata sia a pavimento che a rivestimento. Per quanto riguarda i sanitari, Duravit mi ha aiutato a completare i due bagni con dei modelli retrò dalle forme ottagonali corredati da una rubinetteria ad hoc Bellosta a recall dello stile scelto per la casa di Franca.

Per la zona lavanderia, Franca mi ha chiesto di prevedere una doccia, lavatrice asciugatrice e senza alcun sanitario. A tal proposito Sara di SaidelGroup mi ha consigliatouna soluzioneestremamente funzionale:  Twin, un sistema 2 in 1 che permette di ottenere da una parte una doccia e dall’altra una zona ricovero per lavatrice e asciugatrice (Vismara Vetro). Ultimi due elementi da annoverare: lo scalda salviette e la caldaia. La prima dotata di sistema di riscaldamento con getti d’aria calda (Deltacalor) mentre per la caldaia abbiamo optato per una nuova per far fronte al grande carico d’acqua utile per tutta la casa (Junkers Bosch).

Contemporaneamente ho provveduto a dare indicazioni alla mia squadra per procedere con la pitturazione di tutti gli ambienti (Tattoo) e a mettere in cantier i lavori per arredare la cucina e il salotto. Per gli arredi di tutta la casa e la cucina mi metto nelle mani di Mascheretti Design, uno showroom di Alassio che mi ha aiutato ad avverrare il sogno di Franca alla ricerca di una cucina abitabile dotata di tutti gli elettrodomestici che le permettesse di mettere in campo le sue abilità culinarie. A completamento del soggiorno ho scelto per Franca un comodissimo divano ad angolo che la mia amica Manuela mi ha prontamente consigliato; per la camera degli ospiti invece mi ha suggerito un divano a letto con secondo letto a scomparsa (Barzaghi Salotti).

Ultimi ambienti da curare? La camera da letto padronale, la seconda camera con lettini separati e la camera per gli ospiti. A diretto richiamo dello stile shabby-chic, ho suggerito a Franca di inserire delle boiserie in legno ridipinte ad effetto decapato al retro delle testate dei letti (Atelier Decorlegno). Tende bianche, elegantissimi corredi letto e bagno (Il Filo) e stampe storiche dal tema marittimo (Galleria L’Image, Alassio) a completamento del concept e siamo pronti per occuparci del terrazzo.

Alice si è sbizzarrita con la scelta degli arredi esterni, del tavolo e delle lampade da terra e a sospensione. Abbiamo deciso di riutilizzare il vecchio lavabo della cucina come punto acqua sempre utile in caso di necessità! Ultima chicca? Nel corso dei lavori per il ripristino del terrazzo, Rudy Mascheretti (Rudy Mas) un abile pittore ligure ha dipinto a suon di sax un bellissimo quadro per il soggiorno di Franca. Vi è piaciuto?

Contento di aver stupito Franca, mi sono guadagnato anche una fetta di torta!

Ringrazio la squadra di Laigueglia, il direttore dei lavori e tutti coloro che hanno partecipato al progettoJ

Come sempre vi ringrazio dell’affetto e ci tengo a ricordarvi il link per chi si fosse perso la Puntata http://www.video.mediaset.it/video/cambiocasa_cambiovita/clip/469548/un-tuffo-nell-azzurro.html

A presto,

Andrea

 

 

Ecco i credits e i ringraziamenti:

Credits: Mitsubishi Electric (impianto di condizionamento) – Agoprofil (porte) –Mascheretti Design (arredi e cucina) – Duravit (sanitari) – Mosaico+ (mosaico) - Deltacalor (termoarredo) – Vismara Vetro (box doccia) – Bellosta (rubinetteria) – Junkers Bosch (caldaia) – Saidel Group (rivenditore arredo bagno) – Barzaghi Salotti (imbottiti) – Galleria L’Image, Alassio (manifesti originali d’epoca) – CloudProject (multimedia interactive) – Gerflor (pavimenti) – Ceruti (posa pavimenti) – Tattoo (tinteggiature) – Atelier Decorlegno (boiserie) – Colombo Design (maniglie) – Il Filo (biancheria letto) – EffeA (tende) – Rudy Mascheretti (quadro)

Thanks to: The Munchies Movies Production (produzione audio e video) – Antonino De Grande (impresa edile) Michele Lorusso (direzione lavori) – Mondadori – Martino Midali (guardaroba delle ragazze)

Share
Pubblicato in Senza categoria | 11 commenti

Episodio 6, quarta serie: UN SOGGIORNO A CIELO APERTO

 

Ciao a tutti,

Siamo arrivati al sesto episodio, sono davvero molto soddisfatto di come questo progetto ha preso forma e di come ha cambiato volto la casa dei miei clienti Valeria & Leonardo, una giovane coppia milanese.

 Si sono rivolti al mio studio dopo aver acquistato una nuova casa in previsione del loro matrimonio e, perché no, anche di un allargamento della famiglia. Durante il sopralluogo ho verificato immediatamente i difetti e i pregi di questo appartamento: tra i primi certamente la cucina lunga e stretta, la mancanza di un secondo bagno e di una zona di servizio. Tra i pregi senza dubbio il magnifico terrazzo. Dopo aver fatto il punto della situazione ho informato subito Alice per procedere con l’inizio della progettazione. Pronti, partenza e via!

 

 Ricevute le prime indicazioni dai due committenti ho iniziato a ridisegnare gli spazi, in particolare soffermandomi sulla cucina che Leonardo inizialmente voleva indipendente ma che, per problemi di spazio, sono andato ad aprire sul soggiorno.

 

Per le porte e gli infissi mi sono affidato direttamente a due aziende con le quali collaboro che mi hanno aiutato a risolvere alcuni aspetti: per le porte, per limitare gli ingombi, ho pensato a delle porte scorrevoli della stessa finitura delle pareti (Agoprofil), mentre per gli infissi con Diquigiovanni ho trovato delle ottime soluzioni in pvc, soprattutto sono andato a sostituire l’oblò estremamente datato all’interno del bagno di Valeria. Dal punto di vista dei pavimenti la cliente mi ha richiesto una pavimentazione comoda da pulire (anche con la candeggina!) che riproducesse l’effetto del legno. Soluzione indicatissima per queste esigenze è senza dubbio il gres porcellanato: con Florim ho individuato un gres effetto legno sui toni del grigio da posare in tutta la casa .. effetto e resa super assicurati!

 Altro punto da non sottovalutare? I bagni! Su richiesti dei miei clienti ne ho pensati due, ognuno nella loro tonalità preferita, verde per Valeria e blu per Leonardo. Per entrambi abbiamo inserito dei sanitari sospesi e della rubinetteria cromata; a Leonardo ho riservato una doccia con piatto sifonato (Iba Strutture) e un grande soffione di Teuco (Saidel è sempre un alleato speciale per avermi suggerito tutte le forniture arredo-bagno) e un termo arredo cromato (Deltacalor). Per il bagno di Valeria ho optato per una finitura molto particolare, un mosaico vetroso sempre sulle tonalità del verde sia sulle pareti della doccia che per la cornice dello specchio. Dopo aver completato i bagni procedo con la camera padronale. Valeria mi ha espressamente richiesto una camera che prevedesse la presenza di una cabina armadio per ricoverare tutti i suoi vestiti e le sue borse! Nonostante la camera non fosse enorme ce l’abbiamo fatta .. ed abbiamo previsto anche una tv incorporata nell’anta dell’armadio proprio di fronte al letto (Mobilform).

 

 Bagni e corridoio terminati, aspetti strutturali sistemati e passiamo direttamente al soggiorno, alla cucina e al pezzo forte della casa: il terrazzo. Per il soggiorno ho previsto un comodo divano letto, che sia confortevole sia per gli ospiti che per la mamma di Valeria in arrivo dalla Puglia (Barzaghi Salotti), l’ho arredato con delle mensole in lamiera, posizionato alcuni quadri e sono passato alla cucina. La scelta di rendere la cucina sul soggiorno l’ha resa decisamente più ariosa e, con l’affaccio sul terrazzo, ha acquistato decisamente un altro carattere. Per completare il concept ho previsto una lampada a sospensione molto scenografica (Slamp) e un quadro sulle tonalità del verde sulla parete subito di fronte all’ingresso in richiamo ai colori cardini dell’appartamento.

Ed infine il terrazzo: come dico sempre, è già un privilegio godere di un terrazzo che è un peccato non valorizzarlo al meglio! Alice si è sbizzarita nelle scelte: tavolo e sedie per pranzare all’esterno e sdraio e tavolini per i momenti di svago (Varaschin); per i periodi più assolati ho previsto con Ke una grande tenda motorizzata con delle luci incorporate.

 

 Per abbellire la brutta parete esterna direttamente visibile sul terrazzo ho chiesto a 3D Surface di realizzarmi una parete customizzata con finitura a onde del deserto e che hofatto tinteggiare dello stesso colore delle pareti. Per allietare i momenti di svago diLeonardo ho pensato ad un funzionalissimo barbecue .. chissà quante cene all’aperto (Palazzetti)! Per il pavimento, prima brutto ed assolutamente antiestetico, ho optato per una resina color verde prato .. per riportare un tocco di natura dentro casa (Rapid Mix).

concluso e quasi pronto per la riconsegna sono stato contattato da Valeria. La zia è stata svaligiata e, ad opere strutturali già concluse, mi ha chiesto di mettere ulteriormente in sicurezza la sua casa con un sistema di allarme all’avanguardia e, nel frattempo prevedere un sistema domotico per la gestione di tapparelle, tenda e porta blindata che tra l’altro ho fatto impostare con apertura direttamente da smartphone o da card personalizzata (Dierre Porte). Con Somfy sono riuscito fortunatamente a risolvere il problema e a consegnare a Valeria&Leonardo la casa senza dovere ulteriormente procedere con ulteriori demolizioni: sicura, all’avvanguardia e pronta per essere consegnata nelle loro mani!

 Come sempre vi ringrazio dell’affetto e ci tengo a ricordarvi il link per chi si fosse perso la Puntata http://www.video.mediaset.it/video/cambiocasacambiovita/ full/468293/puntatadel-18-giugno.html

 A presto,

Andrea

 

Ecco i credits e i ringraziamenti:

 Credits: Diquigiovanni (infissi) – Somfy (sistema di allarma e domotica) -Agoprofil (porte) – Deltacalor (termoarredi) -Teuco (sanitari e rubinetteria) -Ke (tende) – Florim (rivestimenti) -Rapidmix (resina) – Mobilform (mobili camera padronale) – Palazzetti (barbecue) – Slamp(lampade) – 3D Surface (rivestimentoparete esterna) – Quagliotti (tessuti e corredo bagno) – Dierre Porte (sistema di apertura porta blindata) – Barzaghi Salotti (divano) – Galleria Marco Rossi (quadri) – GT Design (tappeto) – Colombo Design (maniglie) – Iba Strutture (piatto sifonato) – Varaschin (arredi da esterno)

 Thanks to: The Munchies Movies Production (produzione audio e video) – Scalise Costruzioni(impresa edile) – Martino Midali (guardaroba delle ragazze)

 

Share
Pubblicato in Senza categoria | 32 commenti

Episodio 5, quarta serie: LA MIA MILANO

Ciao a tutti,

Quarto episodio, siamo a metà percorso! Puntata tutta al maschile ispirata alla città di Milano, vi è piaciuta?

Ho ricevuto molti commenti positivi sulla mia pagina Facebook per cui mi è parso di capire che abbiate apprezzato la trasformazione della casa di Filippo (soprattutto la cucina), ma partiamo dall’inizio…

Filippo è un giovane papà di due ragazzi adolescenti, ama moltissimo Milano e si è rivolto al mio studio per dare una nuova veste alla casa che ha recentemente acquistato. L’appartamento non lo rispecchiava, la distribuzione degli spazi non era per nulla funzionale soprattutto perché per era per lui fondamentale che la casa, oltre che essere comoda per sé e per i figli, fosse anche di rappresentanza per ricevere ospiti e clienti.

Era necessario innanzitutto rivedere l’accesso alla zona notte, alla quale attualmente si accedeva solo attraverso la cucina. A tal proposito con Alice ho pensato di creare un’ area di disimpegno subito all’ingresso ribassata (ebbene si, sono di nuovo incappato nel mio adorato effetto scatola, mi mancava!), chiudere la cucina e ridurre lievemente la stessa al fine di ricavare dallo spazio rimanente la seconda camera singola.

Come da richiesta ho volutamente lasciato inalterati i bagni recentemente ristrutturati (fatta eccezione per il doccino che ho sostituito, visto che si era rotto e decisamente troppo piccolo) e mi sono sbizzarrito con il colore.

Ormai mi conoscete, sono totalmente contro l’utilizzo non giustificato del bianco, e questo era il tipico caso in cui con il semplice utilizzo del colore la casa avrebbe acquisito da sola un forte carattere.

Per cui: bianco ADIOS, tonalità dei grigi BEN TORNATE!!

Uno dei pochi input che ho ricevuto dal cliente è stato quello di ricollocare alcuni arredi di famiglia e di valore, che avrei però dovuto svecchiare grazie all’accostamento degli stessi con dei complementi più attuali. Come non accontentarlo? Adoro le sfide!

Per quanto riguarda il living, mi sono affidato a Ceruti e mi sono fatto consigliare una soluzione interessante per la tinteggiatura delle pareti, una pittura materica sui toni del grigio scuro (J Colors – Tattoo)  abbinata ad un grigio più chiaro. Per separare il soggiorno dalla cucina ho fatto realizzare una porta in vetro temperato stampato con una panoramica del nuovo skyline di Milano (Glamour Design), un’immagine inedita che ho scattato durante i lavori e che sarà per lui un caro ricordo. Per quanto riguarda gli arredi, con MDF Italia ho dato risalto al prezioso tavolo dallo stile classico appartenente alla mamma di Filippo con delle sedie bianche dallo stile minimale e moderno, un contrasto davvero interessante! Ho previsto inoltre una serie di mensole e ripiani dalle forme geometriche sulle tonalità del bianco (Pianca), dato un tocco di colore a parete con un’opera davvero originale (Galleria Gualco) e ho completato l’ambiente con un tappeto grigio sui toni del grigio, in continuità con le pareti (Kasthall).

Contestualmente mi sono occupato della cucina: ho coperto il brutto pavimento verde con una vernice epossidica grigio ghiaccio e, per svecchiare le ante della cucina, ho chiesto a Livia Vaccaro di raccogliere una collezione delle immagini più rappresentative di Milano e, con una resina lucida, di portare in vita tutta l’opera. Elemento da non trascurare? Il top della cucina che ho pensato in Okite grigio chiara, un tocco elegante ed assolutamente performante (Okite). Per svecchiare gli ambienti ho anche adottato un piccolo ma grande accorgimento, ovvero quello di sostituire tutte le placchette elettriche. Erano orribili e tanto datate, pertanto mi sono affidata al mio omonimo (MAT.EL.CO) per farmi consigliare la placchetta più indicata.

Devo dire che anche grazie ai quadri di Filippo contenenti le magliette dell’Inter la casa ha acquisito punti (dovevate vedere la faccia di Alic, che è Milanista, quando li ha visti appesi…) .

Passiamo ora ad una delle mie stanze preferite, ovvero la master room, per la quale ho sempre un occhio di riguardo…

A livello di disposizione era già perfetta, ma non aveva proprio nulla di accogliente, per cui ho chiesto ad Harrison Textile di suggerirmi dei tessuti particolari per sostituire la vecchia testata del letto e per fare delle ricche tendel La mia fidatissima Simona, come sempre, si è occupata di confezionare il tutto con cura.

Ma mancava ancora qualcosa…

E cosa c’è di meglio di un bel camino a bioetanolo per scaldare un ambiente ancora troppo freddo? Più che un camino, tra l’altro, era quasi un pezzo di design(Bio fireplace)… What else?

Una trasformazione di grande effetto!

Per chi si fosse perso la puntata, qui trova il link per visionarla in streaming su video mediaset http://www.video.mediaset.it/programma/cambiocasa_cambiovita/archivio-video.shtml

 

 

Ecco i miei ringraziamenti e credits:

CreditsJ Colors – Tattoo (tinteggiatura) – Ceruti (showroom tinteggiature) – Glamour Design (porte di vetro temperato stampato) – Mdf Italia (sedie) – Pianca (mobili) – Livia Romilde Vaccaro (opere d’arte – cucina) – Biofireplace (camino) – MAT.EL.CO (forniture elettriche) – Kasthall (tappeto) – Harrison Textile (fornitura tessuti) – Okite (top cucina) – Galleria Gualco (quadri)

Thanks to: The Munchies Movies Production (produzione audio e video) – Scalise Costruzioni (impresa edile) – EffeA Simona Negri (tende) – Motorini Zanini (motociclo elettrico) – Fs Arredamenti (arredo su misura)

 

Share
Pubblicato in Senza categoria | 20 commenti

Episodio 4, quarta serie: UNA CASA AL FEMMINILE

L’estate sta per iniziare, siamo arrivati al quarto episodio..come vi è sembrato?

In questa puntata le parole d’ordine sono COLORE e DONNA!

La mission di questo progetto era quella di soddisfare le esigenze di Donatella, una mamma milanese alla ricerca di nuovi spazi moderni e colorati per sè, la figlia Micaela e i loro animali. Rispetto alle richieste della cliente, lo spazio era fin troppo limitato: io, Ema ed Alice abbiamo dovuto stravolgere la pianta per sfruttare al massimo ogni centimetro.

Siamo riusciti a ricavare due camere, una cucina ampia aperta sul soggiorno, due bagni e una camera jolly da adibire a studio o camera ospiti a secondo delle esigenze.

Micaela mi ha inoltre chiesto di studiare gli spazi affinchè possa ospitare le sue amiche nel week end per organizzare tantissimi pigiama party..e perché no, anche godere della compagnia dei propri animali. Quindi: niente materiali delicati, pavimentazione facile da pulire, cameretta con più posti letto!

Io e ed Alice partiamo con la progettazione e iniziamo a dare una nuova veste alla casa di Donatella & Micaela. Per assecondare le esigenze della cliente, in tutta la casa ho preferito posare un gres porcellanato effetto rovere sbiancato al posto del parquet mentre nei bagni ho deciso di utilizzare un gres effetto cemento (Emilceramica). Per salvaguardare lo spazio già abbastanza limitato e per rendere alla vista il tutto più omogeneo possibile ho optato per l’inserimento di una serie di porte scorrevoli e a raso muro (Scrigno).

Sostituite le placchette elettriche in tutta la casa con delle nuove dall’effetto bronzato (Gewiss) mi occupo con Alice di studiare il nuovo impianto di condizionamento. Grazie all’aiuto di Mitsubishi Electric ho accontentato Donatella e le ho installato un sistema a scomparsa incassato nel muro, un’ala perfettamente integrata nella parete addirittura verniciabile dello stesso colore.

Procediamo e in primis mi occupo di Micaela. Per la sua cameretta con l’aiuto di Clei e i suoi sistemi a scomparsa sono riuscito ad ottimizzare ogni angolo e a ricavare sia uno spazio giochi che più letti per le sue piccole ospiti. Per quanto riguarda invece la camera di Donatella abbiamo deciso di decorare la parete dietro la testata del letto con un motivo a stripes verticali sulle tonalità del petrol così da fornire una sensazione di maggiore profondità alla camera. Dal punto di vista degli arredi, con Calligaris ho pensato ad un letto ampio arricchito da una testata in tessuto sui toni del corda e da un morbido e comodissimo materasso.

Passiamo ai bagni: ricordate la richiesta di Donatella? Due bagni uno per lei e uno per la piccolina sulle tinte del turchese/petrol e rosa/fuxia? Desideri avverati! Per il bagno della mamma ho pensato ad una vasca idromassaggio in acciaio smaltato (Kaldewei) sapientemente consigliata da Paola (Saidel Group) mentre per Micaela una grande doccia. Per entrambi i bagni ho pensato ad un rivestimento in mosaico (Trend) nelle tonalità preferite delle due ragazze, ad una rubinetteria dalle forme lineari e ben definite suggeritami da Ponsi e a dei sanitari sospesi dalle forme morbide (Catalano). Sempre nello stesso mood chiedendo a Tubes di rilaccarmeli con lo stesso RAL.

In ultimo mi occupo del living e del soggiorno. Per quanto riguarda la cucina, aperta sul soggiorno, ho pensato di strutturarla con una grande penisola sovrastata da una potente cappa per ovviare la spiacevole incombenza di cattivi odori. Posiziono un grande frigorifero in una nicchia dedicata, scelgo gli sgabelli per lo snack e passo al living. Calligaris mi ha dato una grande mano: sempre in tinta con i colori scelti, io e Alice scegliamo sedie, un comodo e ampio divano e un grande mobile tv.

Siamo arrivati alla fine! Completo l’arredo con gli ultimi complementi, appendo a parete le originalissime sospensioni e applique di Slample preziose opere in soggiorno (Galleria Marco Rossi)  e sono pronto a riconsegnare alle due ragazze la nuova casa.

Un cambiamento direi..RA DI CA LE! Se vi siete persi questo episodio lo trovate in streaming su video Mediaset, ci vediamo mercoledì prossimo sempre su La5 (per voi una ristrutturazione tutta al maschile!)

A presto,

Andrea

CreditsScrigno (porta scorrevole e porta raso muro) – Kaldewei (vasca idromassaggio) – Saidel Group (rivenditore arredo bagno) - Tubes (termoarredi) – Clei (arredi a scomparsa) – Emilceramica (pavimenti gres porcellanato) – Trend (mosaico) – Ponsi (rubinetteria) – Colombo Design (maniglie) – Catalano (sanitari) – Mitsubishi Electric (impianto di condizionamento) – Galleria Marco Rossi (opere) – Gewiss (placchette elettriche) – Slamp (lampade) - Calligaris (arredi e complementi)

Thanks to: The Munchies Movies Production (produzione audio e video) – Scalise Costruzioni (impresa edile)– EffeA Simona Negri (tende) – Mondadori

Share
Pubblicato in Senza categoria | 3 commenti

Episodio 3, quarta serie: VADO A VIVERE DA SOLA

Rieccomi tra voi dopo un’altra splendida ristrutturazione! Cosa ne pensate, vi è piaciuta?Questa volta sono alle prese con il progetto di Marta, una cara amica, la quale mi ha chiesto di svecchiare l’appartamento che suo marito ha abitato durante  il periodo dell’università e che successivamente ha messo in affitto per un lunghissimo periodo (vi lascio immaginare in che stato l’abbiamo ritrovato…) per poter passare il testimone alla figlia Sofia,  una studentessa quasi – universitaria. Un progetto giovane ed accattivante che ho deciso di affidare ad Alice 1, amante del colore e pronta ad affrontare alla grande questa nuova sfida! Le richieste principali? Rendere funzionali al massimo gli spazi, tra l’altro andando a ricreare una zona ripostiglio, ricavare una seconda camera da letto per la coinquilina di Sofia, cambiare i vecchissimi infissi e stravolgere l’unico bagno esistente al momento lungo e stretto eliminando la vasca in favore di un’ampia e luminosa doccia. Dimenticavo, colore preferito di Sofia? VERDE! Mi sono messo subito all’opera dopo aver ricevuto gli input di Marta: innanzitutto, per poter ottenere realizzare la seconda camera da letto sono partito dalla mezza parete che fronteggia l’ingresso per creare una parete all’interno della quale far passare la porta scorrevole senza coprifili (ovviamente eliminando l’effetto pizzeria esistente!). In aggiunta, sempre con il supporto di Scrigno ho realizzato un ripostiglio in quota a scomparsa così da ottenere un plus di spazio per valigie e contenitori vari. Altro punto necessità assoluta era quella di sostituire gli infissi che abbiamo pensato di fare in alluminio, con Futura Alluminio (ricordatevi la questione “detrazione fiscale” che è molto interessante…).

 

Procedendo con i lavori mi sono soffermato sullo studio del bagno particolarmente trascurato. Era fondamentale innanzitutto eliminare il passo rapido in favore di una cassetta di scarico, ma non avendo lo spazio sufficiente per incassare il tutto a parete ho optato per il prodotto Monolith (Geberit), grazie al quale sono addirittura riuscito a mettere dei sanitari sospesi, come piacciono tanto a me. Dopo aver ricreato un piatto sifonato per la doccia, con CeramicheSenio ho rivestito le pareti e la nicchia che ricovera la lavatrice con delle ceramiche e del mosaico sulle tonalità del verde, colore cardine della progettazione.

 

Ed ora la parte più divertente: per le camera da letto e il soggiorno di Sofia non potevo che far scatenare l’animo pop e creativo di Alice! Con Seletti ha studiato tutti gli arredi, le armadiature, gli accessori e i complementi fino ad arrivare al letto che abbiamo pensato di fare con una struttura a pallet verniciata di bianco. Non  avendo una vera e propria rete non potevamo trascurare la qualità del materasso, motivo per il quale mi sono rivolta a Simmons (loro sono maghi nel trovare soluzioni ottimale per il nostro riposo!). Altro elemento di decoro molto importante è senza dubbio la carta da parati di Glamora, applicata in ingresso, in camera da letto e nel living.

 

Per quanto riguarda la cucina ho effettuato solo alcune piccole modifiche. Non essendo la casa definitiva di Sofia e sapendo che l’uso della stessa sarà minimo, oltre a prevedere uno spazio per la lavastoviglie, ho sostituito i fuochi e chiesto a Pessina Cucine di aiutarmi nella pannellatura delle ante e nella creazione di alcune mensole frontali. Inoltre, per rendere più divertente un ambiente come la cucina, che normalmente una ragazza giovane tende a vedere come “il nemico” ho deciso di applicare una pellicola colorata totally stripes a richiamo dell’armadiatura nella camera da letto (Demart).

 

Prima di riconsegnare la casa a Marta, ho completato l’arredo con delle splendide tende confezionate da EffeA e ho appeso diverse opere molto colorate e dal mood pop che Aaron Baghetti ha appositamente  realizzato per questo progetto.

 

Bene! Lavoro terminato e appartamento riconsegnato con successo, a voi è piaciuto? Ora non mi resta che ringraziare chi, come sempre, mi affianca nella realizzazione dei miei progetti e invitare chi non avesse visto la puntata a guardare la replica del sabato o a cercarla in streaming sul sito di video Mediaset.

 

A mercoledì prossimo!

 

Un abbraccio,

Andrea

 

 

 

 

 

Credits: Scrigno (porta scorrevole e botole per ripostiglio in quota) – Geberit (supporto Monolith per sanitari e lavabo) – Simmons (materassi) – Seletti (complementi e arredi) – Glamora (carta da parati) – Senio (ceramiche bagno) – Demart (pellicole adesive) – Pessina Cucine (cucina) – Colombo Design (maniglie) – Ma&Ma (sanitari e rubinetteria) – EffeA Simona Negri (tende) – Aaron Baghetti (opere) – Futura Alluminio (infissi)

 

Thanks to: The Munchies Movies Production (produzione audio e video) – Scalise Costruzioni (impresa edile)– Mondadori

 

 

 

 

 

Share
Pubblicato in Senza categoria | 16 commenti

Episodio 2, quarta serie: UNITI MA NON TROPPO

 

Dopo aver realizzato il sogno di Anna e Manolo mi sono imbattuto in nuovo progetto davvero interessante… una sfida al centimetro oserei dire! Mi avete seguito ieri sera? Cosa ne pensate? Per chi si fosse perso l’appuntamento ecco a voi il link relativo alla puntata “Uniti ma non troppo” disponibile in streaming su Video Mediaset:

http://www.video.mediaset.it/programma/cambiocasa_cambiovita/archivio-video.shtml

Lorenzo, un giovane single milanese, ha da poco acquistato un piccolo appartamento comunicante a quello della sorella attualmente all’estero. Mi ha contattato per dare un nuovo volto alla sua casa: un’abitazione datata, molto trascurata e malconcia. Gli spazi necessitavano di una rivisitazione completa poichè erano poco funzionali e mal sfruttati, insomma un vero disastro ed era impossibile recuperare i bagni, la camera da letto e la cucina esistente. Mi ha da subito avvisato che sarebbe stata una sfida difficile da affrontare, ma questo non mi ha spaventato…ANZI!

Con l’aiuto di Alice ed Emmanuel mi sono messo subito all’opera per stravolgere i 45mq2 dell’abitazione: era necessario prevedere un soggiorno più confortevole per permettere a Lorenzo di ricevere i suoi ospiti e una cucina abitabile (per questo la abbiamo aperta sul soggiorno). In secondo luogo, Lorenzo mi ha chiesto di prevedere un grande bagno con una capiente doccia e una zona lavanderia interna ad esso ( i metri quadri sono quelli che sono, per cui da qualche parte una zona di servizio dovevo pur metterla!). In ultimo la necessità era quella di una cabina armadio che, sempre per questioni di spazio, abbiamo deciso di creare all’ingresso della camera da letto (soluzione consigliata SOLO nel caso in cui il vostro committente sia una persona molto ordinata!).

Dopo aver vagliato diverse possibilità di progetto abbiamo definito la struttura della nuova casa di Lorenzo: non si è salvato nemmeno un muro! Abbiamo invertito il living con la zona notte, spostando a sinistra il soggiorno con cucina dove prima c’era la camera, e a destra abbiamo previsto la camera da letto e la cabina armadio passante.

Con l’occasione abbiamo approfittato delle detrazioni fiscali per migliorare le prestazioni energetiche dell’appartamento partendo dalla sostituzione degli infissi (Spi Finestre) e della pompa di calore (Ariston). Sia per queste che per le restanti forniture idrauliche come i sanitari sospesi (Pozzi e Ginori), la rubinetteria (Serie Allure di Grohe) e i termoarredi (Irsap) mi sono affidato alla grande esperienza di Saidel Group.

Procedendo nella progettazione, ci siamo imbattuti in un grosso problema di tipo estetico: entrando in casa, sbattevamo il muso contro un muro completamente spoglio che era quello del bagno, per cui dovevamo inventarci qualcosa di particolare. Su suggerimento dell’A.D. di Saidel ho preso in considerazione una nuova interessante azienda la Bertolotto Porte che, in occasione del 25° anniversario, aveva appena presentato una linea di boiserie “bucolica” abbinata alle porte. Ho scelto di inserire questo prodotto in tutto l’ingresso nella versione bianca per arricchire e allo stesso tempo non appesantire questa “zona morta”. Per seguire il mood del “total white” abbiamo preferito mettere sulla boiserie delle placchette bianche, mentre per le restanti aree, abbiamo optato per una finitura più ricca come l’inox (Gewiss).

Attori co-protagonisti di questo episodio sono certamente i rivestimenti che mi hanno vestito in modo eccellente questo piccolo appartamento: la pavimentazione era in gres porcellanato effetto pietra che ho voluto riprende nel top e nello schienale della cucina (Kale Italia). Per creare continuità cromatica ho proseguito con uno dei materiali che prediligo, ovvero la resina (Rapid Mix) per rivestire la doccia stondata (realizzata da Iba Mosaici).

Come avviene per ogni progetto, non si può dire che l’impresa è finita se non è stato previsto anche l’ultimo accessorio! Per la casa di Lorenzo ho pensato a delle magnifiche stampe fotografiche per la cucina e la camera da letto realizzate da Ferruccio Zanvettor – Gate8 e a una preziosa selezione di tessuti per le tende e il copriletto (V&N Interiors).

Dunque, siamo arrivati alla fine… cosa ne pensate di questa trasformazione?

In seguito trovate qualche immagine, i credits e i ringraziamenti relativi a questa puntata!

Vi ricordo inoltre che le repliche sono in onda il sabato alle ore 18.10 su La5, non perdetevi le prossime puntate!

Un abbraccio,

Andrea

Credits: Grohe (rubinetteria) – Pozzi e Ginori (sanitari) – Irsap (termorredi) – Ariston (cadaia) – Bertolotto Porte (porte e boiserie) – Spi Finestre (infissi) – Saidel Group (rivenditore arredo  bagno) – Gewiss (placchette elettriche) – Rapid Mix (resina) – Kale Italia (pavimenti e rivestimenti) – Iba Moisaici (posatori rivestimenti) – Ferruccio Zanvettor -Gate8 (stampe fotografiche) – V& N Interiors (tessuti per tende e copriletto)

Thanks to: The Munchies Movies Production (produzione audio e video) - Pianca (mobili) – Scalise Costruzioni (impresa edile) – Claudio Tacchio (posa resina) – Kasthall (tappeto) – Mondadori

Share
Pubblicato in Senza categoria | 23 commenti

Episodio 1, quarta serie: WE LOVE NEW YORK

Siamo tornati, siamo tornati…SIAMO TORNATI!!!

Sono davvero felice di essere di nuovo qui a condividere con voi l’entusiasmo che ho per il mio lavoro e per l’inizio della quarta serie del mio programma. L’avete vista la puntata? Vi è piaciuta??? Se non l’aveste ancora fatto vi ricordo che è possibile rivedere tutti gli episodi in streaming sul sito di Video Mediaset.

http://www.video.mediaset.it/video/cambiocasa_cambiovita/full/461006/puntata-del-14-maggio.html

Che dire… la prima sfida della nuova serie per me è stata davvero interessante e, soprattutto, divertente. Anna e Manolo mi hanno dato solo tre input ovvero il rosso, i grigi e New York. Dovevo poi lasciar perdere la camera da letto e la cucina che erano già di loro gradimento ma per il resto… carta bianca!

La perplessità che avevano riguardo il loro loft è che questo sembrasse tutto fuorché un loft, fatta eccezione per la pianta ad open space. I materiali che lo caratterizzavano erano quelle di un banale appartamento rifinito senza pensarci eccessivamente, per cui è su quelli che mi sono concentrato principalmente.

Grazie ad una splendida partnership tra Glamora e RapidMix che hanno piacevolmente seguito la mia vena creativa siamo riusciti a dar vita ad un pavi-rivestimento davvero unico: un insieme di righe sulle nuances del grigio con del rosso a contrasto stampate su carta da parati e messe sia a parete che a pavimento (dove abbiamo dato una finitura di resina autolivellante trasparente per proteggere il tutto) che mi richiamasse lo skyline più famoso del mondo, ovvero quello di NY. Non riuscendo ormai più ad uscire dal vortice del rosso ho voluto, con questo splendido colore, pellicolare il pianoforte di Anna (grazie ad un particolare prodotto di Demart), far laccare il termo arredo (modello Stendy di Deltacalor), e addirittura personalizzare il bagno scegliendo delle rubinetterie di eccezione che, oltre ad essere molto belle, sposassero una giusta causa (Fantini 4 Africa, qui trovate tutte le info del caso http://www.fantini.it/public/CMS/Files/3641/100%20FONTANE_110000286REV0000.pdf).

Un altro punto sul quale mi sento di dovermi soffermare è quello delle porte in vetro, che grazie ad una stampa sempre in tema New York, mi hanno aiutato ad aggiungere un’altra nota personale a questa casa (Glamour Design).

Dunque… la cucina era a posto, la camera era a posto, il bagno l’abbiamo sistemato…. manca il soggiorno, che prima praticamente era inesistente. Grazie ad un prezioso e comodo divano della Living Divani, a dei complementi in lamiera eseguiti su disegno da Villa & C. e a delle tende scure ma comunque trasparenti (confezionateci da Francesca Visconti) abbiamo ricreato quella zona relax che, anche in un loft, non può proprio mancare.

Allora, che ne dite? Abbiamo portato a termine la sfida con successo???

Di seguito qualche foto e i credits che vi possono tornare utili per rintracciare i prodotti scelti ed inseriti nell’episodio…

Non perdetevi le prossime puntate!

Un abbraccio

Andrea

Credits: Fantini (rubinetterie bagno) – Glamour Design (porte in vetro stampate) – Francesca Visconti (confezione tende) – Rapid Mix (fornitura resina autolivellante) -  Valdama (sanitari) – Deltacalor (scalda salviette) – Novellini (box doccia) – Living Divani (divano soggiorno) – Colombo Design (maniglie porte e finestre) – Demart (pellicola adesiva rossa per pianoforte) – Glamora (wallpaper)

Thanks to:  The Munchies Movies Production (produzione audio e video) - Villa & C. (complementi in lamiera) – FS Arredamenti (mobilio su misura) – Sartoria Rossi (abiti Andrea) – Scalise Costruzioni (impresa edile) – Claudio Tacchio (posa resina) – Mondadori

 

Share
Pubblicato in Senza categoria | 35 commenti

Eccomi qua, sono tornato!

Vi sono mancato? Vi stavate chiedendo che fine avessi fatto negli ultimi periodi?Beh, stavo lavorando per voi e finalmente ora posso dirlo… siamo tornati con due importanti progetti!

SAVE THE DATE:

  1. A partire da Mercoledì 14, alle ore 21.10 e sempre su La5, andranno in onda gli otto nuovi episodi della quarta serie del programma “Cambio casa, cambio vita!” dove racconto diverse tipologie di casa, tutte diverse una dall’altra e tutte particolari. Avremo un loft, un elegante appartamento signorile, un bilocale da single, una casa per studenti, un nuovo nido d’amore, una piccola chicca e addirittura uno splendido appartamento sulla spiaggia!

    Non perdetevi la nuova edizione, ancora più curata delle precedenti grazie al supporto di The Munchies, che ci ha assistito e diretto durante questo periodo di riprese. 

  2. In contemporanea esce in libreria edito da Mondadori anche l’omonimo libro“Cambio casa, cambio vita!” -, frutto di un progetto editoriale congiunto tra La5 e Mondadori.

 

Inoltre è con grande entusiasmo che vi comunico che si è aggiunto un membro alla nostra grande famiglia, ovvero il mio nuovo “dadone” disegnato da me e prodotto dalla prestigiosa azienda Riva1920.

Insomma, avete capito perché siamo rimasti nell’ombra in questi mesi? Qualcosa bolliva in pentola e finalmente posso mostrarvi che cosa! Vi aspetto mercoledì con la prima puntata!

A presto!

Andrea

Share
Pubblicato in Senza categoria | 6 commenti

III EDITION – Workshop in “Studio con Andrea”

Buongiorno a tutti,

iniziato bene questo 2014? Siete pronti per un anno ricco di novità, progetti e nuove sfide?

Noi siamo prontissimi, stiamo lavorando con impegno agli ultimi episodi della Quarta Edizione di “Cambio Casa, Cambio Vita!” così come ai nostri progetti di ristrutturazione.

Quest’anno si prospetta davvero interessante..ci sono moltissime novità in arrivo. Ready to go?

Tra i primi appuntamenti dell’anno, il 18 Gennaio si è svolta in collaborazione con Komax la terza edizione del workshop in Interior Design “In studio con Andrea”. Come per le precedenti edizioni i partecipanti – dopo una mattinata trascorsa insieme all’insegna del confronto sugli aspetti più tecnici legati alla professione e allo studio dei materiali più innovativi – si sono cimentati nella realizzazione di un avvincente progetto di ristrutturazione. Eccovi le foto, in ricordo di una splendida giornata trascorsa insieme J

A presto,

Andrea

Share
Pubblicato in Senza categoria | 37 commenti